La SocietÓ Storica Vigevanese | Biografie | LEONI Giovanni

 
  LEONI Giovanni 
 

LEONI GIOVANNI
Il 20 ottobre 1943, a tarda sera, non lontano dal ponte sulla roggia Mora in Corso Milano, un gruppo di militi fascisti, usciti dalla trattoria “Colla”, vengono tra loro a diverbio per motivi mai chiariti. Si ode uno sparo. Uno dei militi, Mario Toso, resta a terra senza vita. Per i tedeschi si tratta di un attentato di “banditi” sovversivi. E’ subito decisa una rappresaglia ed il giorno dopo (21 ottobre 1943) Giovanni Leoni, geometra dell’Ufficio tecnico del Comune, notoriamente antifascista, viene prelevato dal suo posto di lavoro, portato in Castello e fucilato. Il Leoni era nato a Macerata il 22 gennaio 1903.

 



[ Indietro ]