La SocietÓ Storica Vigevanese | Biografie | GALIMBERTI Giuseppe

 
  GALIMBERTI Giuseppe  
 

GALIMBERTI Giuseppe
Nato a Vespolate nel 1891 si trasferisce giovanissimo a Vigevano e riceve i primi insegnamenti legati alla sua futura attività artistica dal pittore vigevanese Luigi Bocca di cui frequenta lo studio seguendolo come apprendista in diversi lavori e avendolo, anche come insegnante alla Scuola di Disegno e di Decorazione della Fondazione Roncalli, cui si era iscritto. Come già fatto da tutti i migliori allievi della scuola, anche Galimberti, s’iscrive ai corsi dell’Accademia di Brera, trovando un bravo maestro nel pittore Cesare Tallone. L’insegnamento, a differenza di quanto avvenuto per molti altri giovani vigevanesi allievi di Brera, suscita nel giovane Galimberti un grande interesse per il lavoro di cavalletto piuttosto che alle decorazioni parietali. A questa preferenza rimane fedele per tutta la sua vita artistica e non risultano  interventi in chiese o altri monumenti architettonici che comprendano il suo nome tra i pittori che hanno ornato pareti. Allo scoppio della I Guerra mondiale compie il suo dovere di soldato e al termine del conflitto ritorna a Vigevano, dove rimane sino al 1921, quando decide di recarsi in Argentina. Del suo periodo sudamericano, durato alcuni anni, si hanno notizie di suoi lavori di buona levatura: Salvamiento, Pajsae alpino, Salto de agua ed eseguendo ritratti d’importanti personaggi legati al mondo politico ed economico argentino. Nel 1924 fa ritorno a Vigevano, dove continua a operare in tranquillità, dedicandosi ai suoi soggetti preferiti: fiori, nature morte e ritratti. Muore nella nostra città, dopo il compimento del novantesimo anno, nel 1981.

 



[ Indietro ]