La SocietÓ Storica Vigevanese | Biografie | CORDONE Prof. Gianni

 
  CORDONE Prof. Gianni 
 

CORDONE Prof. Gianni
Nella seconda metà del 1900 un altro Giovanni “Gianni” Cordone è comparso a Vigevano, un Gianni che tutti conoscevano, anche se a volte lo identificavano come diretto, altre come maestro o scrittore o editore, ma sempre nel mondo della scuola, mondo che era il suo. Nato a Vigevano il 21 aprile 1928, frequentò la scuola di avviamento commerciale e le successive due tecniche. S’impiegò poi presso l’Ilce Gomma dove rimase per quattro anni. Contemporaneamente compì studi da autodidatta fino al diploma magistrale. Successivamente, con un corso triennale alla Cattolica, conseguì il diploma di vigilanza scolastica, titolo specifico per la professione di direttore didattico. Vinse a Bergamo il concorso magistrale nel 1953 e nel 1968 il concorso direttivo. Prima destinazione fu la Sardegna (Circoli didattici di Fondongianus e Ghilarza) dove rimase per 18 mesi. Dal 1970 passò al 2° Circolo di Vigevano. Qui tenne a balia molti giovani maestri tenendo corsi di preparazione al concorso magistrale e allacciando con loro buoni rapporti basati sull’amichevole collaborazione. Fece esperienza, quale scrittore presso l’Editrice San Marco di Bergamo pubblicando libri scolastici. Cesco in Sardegna per l’Ed. La Scuola e Genitori in cattedra per la stessa casa editrice di Milano sono tra le prime composizioni. Fondò poi la Casa Editrice La Scholanova dove, nella collana intitolata Il piacere di leggere, ha pubblicato altre sue opere, bellissima, ad esempio, La storia di Pelucco.
Mentre per il mondo scolastico è stato un punto di riferimento grazie al suo spirito d’innovazione, quale autore, ha saputo toccare le corde più profonde del mondo dell’infanzia: innanzitutto quella del comico, cioè il bisogno di raccontare storie allegre, poi quelle del mistero e dell’horror, attingendo al patrimonio della narrativa popolare ed adeguandolo, con rara maestria, alla sensibilità dei bambini e dei ragazzi di oggi mostrando di aver saputo mettere a frutto fino in fondo la lezione del Rodari. Gianni è stato tra i primi nel territorio a occuparsi degli immigrati nordafricani, certamente il primo ad organizzare nella nostra città, con la collaborazione di volontari, sensibilizzati dalla sua operosità, la loro scolarizzazione e forme concrete di aiuto. Ideatore della scuola a tempo pieno.

 



[ Indietro ]