La SocietÓ Storica Vigevanese | Biografie | BUSCAGLIA Pietro

 
  BUSCAGLIA Pietro 
 

BUSCAGLIA Pietro
Nacque a Torino da genitori vigevanesi il 9 febbraio 1911. Allo scoppio della I Guerra mondiale quando il padre partì per il fronte si trasferì con la madre a Vigevano. Già a 12 anni fu calciatore nella locale squadra (allora chiamata Giovani Calciatori Vigevanesi). Passò poi alla Lazio in Serie A, dove rimase sino al 1934 per passare poi al Torino. Vittorio Pozzo, Direttore Tecnico della nazionale italiana lo convocò e lo schierò a Torino contro la forte Ungheria, era il 25 aprile 1937. Gli azzurri prevalsero per 2 reti a 0 con marcature di Colaussi e Frossi. La formazione schierata era: Olivieri (Lucchese), Monzeglio (Roma), Rava (Juventus), Serantoni (Roma), Andreolo (Bologna), Corsi (Bologna); Frossi (Ambrosiana-Inter), Meazza (Ambrosiana- Inter), Piola (Lazio), Buscaglia (Torino), Colaussi (Triestina).  Unico calciatore vigevanese ad avere vestito la maglia azzurra della nazionale maggiore. Bloccato da un infortunio non poté partecipare ai mondiali di Francia del 1938 vinti per la seconda volta dall’Italia e nello stesso anno passò al Milan. Nel 1941 giocò in Serie B a Savona e l‘anno successivo rientrò al Milan. L’8 settembre 1943 tornò a Vigevano per disputare coi biancocelesti il campionato di Guerra nel raggruppamento misto ligure/lombardo. Calcò i campi di gioco sino all’età di quarant’anni, ebbe poi esperienze di allenatore e dirigente. Per le grandi società per cui giocò, realizzò 50 reti. Si spense a Vigevano il 12 luglio 1997.

 



[ Indietro ]