La SocietÓ Storica Vigevanese | Biografie | MARAZZANI Ulisse

 
  MARAZZANI Ulisse  
 

Ulisse Marazzani nacque a Stradella il 10 gennaio 1868 e mori a Vigevano  il  5 gennaio 1951.  Seguì gli   studi classici    in  un   istituto  retto  da  religiosi. Proveniva da una famiglia benestante che gli consentì di proseguire con gli studi universitari a Torino, dove si laureò in medicina e chirurgia,  con  il massimo  dei  voti.Fece le prime esperienze professionali nel bergamasco, per poi imbarcarsi come medico  di bordo, visitando anche l'Estremo Oriente. Lasciata la navigazione assunse la condotta medica di Ozzero.  Nel 1894 ottenne un posto all'ospedale civile di Vigevano, quale assistente chirurgo.  L'indiscusso valore professionale, le doti di cuore e di carattere, l'esercizio della medicina con spirito di missione, ne fecero subito una figura assai popolare.  L'amicizia che strinse col Dott. Magugliani e il Maestro Divari nel periodo di Ozzero, lo portarono ad aderire al Partito  Socialista   Italiano e, nel   giro  di pochi anni, a diventare uno dei rappresentanti più stimati e amati della città.  Nel 1899 si presentò candidato   alle   elezioni del Consiglio  Comunale e venne eletto.  Dal 9 settembre 1902 fu sindaco di Vigevano, il primo sindaco socialista.  Si dimise il  19 gennaio1903. Assunse nuovamente l’incarico dì primo cittadino il 23 novembre 1903 e nuovamente rassegnò le dimissioni nella seduta consiliare del 22 novembre 1904. Nel 1908, con la morte dell'onorevole Giuseppe  Bonacossa, fu candidato alle elezioni  politiche straordinarie fu eletto al primo scrutinio. Fu il primo deputato della sinistra al Parlamento, rappresentante del collegio di Vigevano. Nel 1910 si dimise dall’incarico parlamentare, preferendo la sua professione e l'amministrazione della sua città.    Copri per diversi anni, cariche amministrative negli enti locali del comune. Tra le   molte sue   attività   politiche    si ricorda in particolare quella riguardante la scuola. Gli edifici scolastici erano insufficienti e, quelli esistenti, obsoleti. La nascita delle moderne industrie, con il conseguente incremento della popolazione dovuto al trasferimento della forza del lavoro dalla campagna alla città,  aggravarono notevolmente il problema dell’edilizia scolastica che fu oggetto dell’impegno dell’amministrazione guidata dal Marazzani. In breve tempo si riuscì a risolvere l'annosa questione in modo assai soddisfacente. Nel 1902 venne deciso di erigere due complessi scolastici (le attuali scuole elementari "Vidari" e "Regina Margherita", queste ultime ancora definite da molti “le scuole nuove”).. Non solo l'edilizia scolastica fu a cuore del Dott. Marazzani, ma anche il disagio della classe insegnante, come risulta da un manoscritto de1 1902 nel quale biasimava il rimbalzare dalle responsabilità fra il Governo e le amministrazioni   comunali sullo stato economico della categoria dei docenti. Alla sua morte, la straordinaria partecipazione di cittadini al suo funerale fu la testimonianza più eloquente della considerazione e dell'affetto dei Vigevanesi verso chi spese la vita al servizio della comunità.  Alla sua memoria sono stati dedicati, oltre la scuola elementare, anche 1'ambulatorio della Società Mutua Sanitaria (ora estinta) e una via cittadina.                                (tratto da un appunto anonimo redatto nel 1991)Ben volentieri ne citeremo l’autore se ci dovesse essere segnalato.  9 luglio 2009



[ Indietro ]